OFFICINE PER LE AZIENDE

Nella collaborazione con le aziende, le Officine disegnano progetti che hanno come obiettivo la presa in carico dell’individuo attraverso un programma pensato ad hoc attorno alle sue difficoltà, e che vede l’azienda farsi promotore e sponsor di questo progetto. Il progetto include un team di terapeuti, specializzati in ambiti diversi, che, dopo un iniziale colloquio con il singolo e/o con i team di lavoro, disegnerà un percorso mirato a gestire il momento di crisi, fornendo strumenti che diventeranno parte del bagaglio dell’individuo da utilizzare nella vita personale e in quella professionale.

Le aree tematiche del progetto risultano connesse ai ruoli affettivi specifici dell’essere umano (donna, uomo, figlio, genitore, fratello, amico etc.) nei diversi contesti di vita familiari e professionali. In riferimento ai contesti extra-lavorativi, il progetto si occupa delle questioni più legate al disagio individuale e relazionale che le persone possono sperimentare nelle diverse fasi del ciclo di vita (gestione della coppia, disagio psicologico, esperienza di malattie invalidanti, accudimento di familiari ammalati o anziani etc.)

SOS Genitori: collaborazione con JOINTLY

Nasce all’interno di Officine – area aziende – la collaborazione tra JOINTLY (servizi di welfare aziendale e people caring) e Istituto Minotauro. Tale incontro ha generato il programma SOS Genitori (Consigliato a genitori con figli tra i 4 e i 18 anni).

Tale servizio offre ai genitori lavoratori una serie di azioni supportive del loro ruolo (seminari in diretta streaming, sessioni di group counselling) volte ad individuare le risorse utili a rispondere al meglio (e con maggiore benessere) ai compiti genitoriali e lavorativi che questo momento di particolare complessità richiede.  

 Per maggiori informazioni puoi contattare sosgenitori@jointly.pro ; officine@minotauro.it

APPROFONDIMENTI

Identità e lavoro, di Katia Provantini

Identità e lavoro, di Katia Provantini

Sul tema identità e lavoro rimandiamo all'articolo pubblicato da Katia Provantini per l'approfondimento Salute e partecipazione: a 110 anni dalla fondazione della Clinica del Lavoro. Vai all'articolo